Torna in presenza ‘Grandi Langhe’

Ben 226 cantine del territorio presenteranno i loro prodotti vinicoli ala fiera Grandi Langhe che si terrà il 4 ed il 5 aprile presso le Officine Grandi Riparazioni a Torino. Ci si aspetta la presenza di buyer provenienti da tutto il mondo per quella che è una fiera di degustazione dedicata ad una delle eccellenze italiane più rispettate all’estero, mentre per la prima volta sarà concesso di accedere anche ai privati in una sessione dedicata completamente a loro il 4 aprile tra le 18:30 e le 21:30. Così commenta Matteo Ascheri, Presidente del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco:

“Non vediamo l’ora di poter incontrare nuovamente gli operatori in presenza dopo lo stop del 2021. Grandi Langhe ha vissuto una crescita importante e le nostre denominazioni sono in ottima salute. La scelta di dedicare una sessione serale agli appassionati riflette il nostro impegno di rafforzare il legame tra le cantine e il consumatore finale.”

Ma non si parlerà solo di vino, anche l’ambiente e la sostenibilità saranno parte integrante dell’evento in particolare con l’incontro del 5 aprile alle 17:00 ‘CHANGES. Ambiente & Etica nelle Langhe del futuro’. A tal proposito si è espresso così Francesco Monchiero, Presidente del Consorzio Tutela Roero:

“Siamo entusiasti di poter tornare a incontrare operatori e appassionati, soprattutto in un contesto capace di coniugare passato e futuro come le OGR di Torino. Grandi Langhe 2022 è per noi l’occasione per ricominciare a fare rete, un momento cruciale per la ripresa del paese in cui è strategico investire attenzioni ed energie per valorizzare i nostri vini e tutta la filiera. Mai come ora è necessario unire le forze per alimentare una crescita che sia davvero sostenibile per l’ambiente e responsabile verso il territorio e tutte le persone che vi ruotano attorno.” 

Gli operatori professionali possono accreditarsi direttamente sul sito, mentre i privati possono iscriversi da qui.

Davide Cuneo